Diventare genitori significa accettare fin da subito, consciamente o inconsciamente, il rischio dell’incognito.

Diventiamo i genitori che vogliamo essere

Diventare genitori significa accettare fin da subito, consciamente o inconsciamente, il rischio dell’incognito.

Per questo spesso si usa definire il mestiere del genitore come un mestiere difficile e complicato, perché non tutto può essere previsto o pianificato dall’inizio, non ci sono regole valide ed efficaci applicabili allo stesso modo per tutti i figli.

Ogni figlio, seppur figlio dello stesso genitore, è unico, ha una sua identità e un suo modo di intraprendere il proprio percorso di vita. E l’unicità che lo distingue va rispettata ed esplorata insieme. 

I figli sono come gli aquiloni: gli insegnerai a volare, ma non voleranno il tuo volo. Gli insegnerai a sognare, ma non sogneranno il tuo sogno. Gli insegnerai a vivere, ma non vivranno la tua vita. Ma in ogni volo, in ogni sogno e in ogni vita rimarrà per sempre l’impronta dell’insegnamento ricevuto.
diceva Madre Teresa

Al genitore viene richiesto di guidare, proteggere, sviluppare, valorizzare, sostenere, e poi di lasciare andare. Ma non sempre questa sequenza si succede con fluidità.
A volte qualcosa sfugge di mano o semplicemente non segue esattamente il copione che il genitore si era immaginato. La vita del figlio prende direzioni inaspettate. 

Questo è il momento in cui il genitore deve essere in grado di decidere che via scegliere e che genitore vuole essere.

Il bivio


Quanto spesso capita di sentire genitori dire:
È sempre stato un bravo ragazzo/a, non lo/a riconosco più…”, 
Non so più che cosa fare e come gestire la situazione”, 
Non riusciamo a capire dove abbiamo sbagliato, la sorella non è così” 
Neppure le punizioni funzionano più, stiamo impazzendo”, 
Non ci ascolta”…
..e molte altre affermazioni simili.

Imperversa in queste situazioni confusione, senso di spaesamento, rassegnazione e, non ultima, delusione.
Si innescano meccanismi che vanno ad intaccare la relazione con i figli deteriorandola di giorno in giorno fino a portare a situazioni di distacco, allontanamento e, non ultima, estraneità.  

In queste situazioni il genitore deve decidere se cadere in quel circolo vizioso caratterizzato da modalità giudicanti, attese fallimentari e disapprovazione costante, o se mettere in gioco la propria capacità di essere genitore e agire in modo proattivo e responsabile.

Se quest’ultima è la direzione che il genitore vuol prendere, allora deve impegnarsi a ribaltare il proprio atteggiamento e accogliere le opinioni e i punti di vista dei propri figli, ascoltandoli e cercando di riconoscerli nella loro unicità.

Per riuscirci però, il genitore deve lavorare su se stesso e abbandonare la presunzione che il proprio punto di vista sia il migliore.
Il genitore deve dare valore alle parole dei figli, aiutarli a trovare le proprie risposte senza per forza voler imporre le proprie.

Il genitore deve comprendere la differenza tra “voler bene” e “volere il bene”.

Deve riconoscere il valore della persona che ha di fronte indipendentemente dai risultati delle sue azioni. senza voler prevaricare su di essa, 

È importante prendere coscienza del fatto che se da un lato è vero che “nessuno di noi è nato genitore”, dall’altro tutti noi possiamo crescere assieme ai nostri figli e, se utile, chiedere aiuto per imparare ad essere dei genitori più consapevoli. Per diventare i genitori che vogliamo essere.

Parent Coaching, per diventare genitori consapevoli


Il Parent Coach è un professionista che aiuta i genitori a sviluppare competenze e strategie utili all’educazione dei figli.
Li guida a comprendere meglio i loro bisogni, a gestire comportamenti problematici, a comunicare con loro in modo efficace creando così un ambiente familiare sereno e positivo.
Non è uno psicologo, non è un consulente familiare.
Lavora sulla consapevolezza del genitore. Non su patologie di figli e genitori.

Il Parent Coach supporta i genitori in un percorso di crescita personale e genitoriale
Aiuta il genitore ad affrontare le proprie crisi emotive e quelle dei propri figli, a bilanciare le proprie responsabilità familiari e lavorative, a gestire lo stress e l’ansia del genitore legati all’educazione dei figli.

Supporta i genitori nel comprendere le cause dei comportamenti dei loro figli, ad individuare tecniche di disciplina positiva, a creare routine e regole chiare, a promuovere l’autoregolazione ovvero la capacità di controllare le proprie emozioni e comportamenti. 

Il Parent Coach aiuta i genitori a promuovere uno sviluppo sano e felice dei propri figli.

Per maggiori informazioni sul parent coaching scrivici ad info@lifecoachitaly.it 

Per condividere:

Diventa un Coach accreditato da ICF

I migliori corsi riconosciuti dall’International Coaching Federation

Categorie

In primo piano

Il ricordo come monito: riflessioni nel Giorno della Memoria Crescita Personale

Il ricordo come monito: riflessioni nel Giorno della Memoria

Il Lager non è mai uscito dal mio cuore e dal mio cervello. Niente potrà riparare la ferita subita, ma sono convinta che noi ex ...
Leggi l'articolo →
Navigare tra le differenze del Coaching Career Coaching

Navigare tra le differenze del Coaching

“Il coaching è liberare il potenziale di una persona per massimizzarne la crescita.” John Whitmore Durante i periodi di cambiamento o transizione, nei periodi in ...
Leggi l'articolo →

Podcast

Scopri altri post

Insicurezza: affrontarla, capirla, superarla Crescita Personale

Insicurezza: affrontarla, capirla, superarla

L’insicurezza è il peggior sentimento che possono provare coloro che si amano. L’insicurezza stravolge i significati e avvelena la fiducia.Graham ...
Leggi l'articolo →
Zapper e Sapper: il potere della complementarietà Business Coaching

Zapper e Sapper: il potere della complementarietà

In ogni ambiente lavorativo, la varietà di personalità contribuisce a modellare la dinamica di gruppo e l’atmosfera generale.  Tra queste ...
Leggi l'articolo →
Life Coach Italy - Il senso perduto della gentilezza Business Coaching

Il senso perduto della gentilezza

Nel libro per bambini “Il piccolo libro della gentilezza” di Geronimo Stilton vengono posti ai piccoli lettori due quesiti interessanti:  ...
Leggi l'articolo →
Non perdere i prossimi articoli, resta aggiornato sul mondo del coaching.

Iscriviti alla Newsletter

"*" indica i campi obbligatori

Privacy
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.