SE L’AZIENDA E’ UN CORPO SMEMBRATO

Meglio partire dal processo o dalle persone?

Approfondimento del video pubblicato su JOB24, canale lavoro del Sole24ore.com.

Mi capita spesso quando lavoro con i team nelle aziende, di avere l’impressione di trovarmi davanti ai pezzi smembrati di un unico organismo. Gruppi di persone che, pur lavorando nella stessa azienda, marciano in direzioni diverse, a volte opposte.

Lo stesso disallineamento lo percepisco anche all’interno dei gruppi stessi. Sembra un controsenso.
In un’azienda meccanica i responsabili di linea di vari settori si riunivano regolarmente, per cercare di allineare il loro lavoro. Ma era un tentativo infruttuoso. Ascoltandoli, ciascuno portava avanti le esigenze della propria area, alzavano la voce, si parlavano addosso, senza ascoltarsi davvero.

Mancava una pianificazione concordata e condivisa e senza volerlo, erano uno di ostacolo all’altro nel processo gestionale e produttivo.

La differenza la fanno le persone, lo diciamo spesso, e in questo caso erano proprio le persone che avevano perso il senso di quello che facevano. Ciascuno chiuso nel proprio recinto, difendeva le proprie esigenza, incolpava gli altri per i ritardi e le disfunzioni, ma ciascuno contribuiva a rendere malato il sistema. La cosa incredibile è che avevano tutti un grande attaccamento all’azienda, ci tenevano molto ai loro risultati, peccato che non guardavano oltre la propria area.

E’ stato necessario dedicare alcuni incontri in team e a livello individuale, per ampliare le prospettive e ritrovare il senso della funzione di ciascuno in relazione agli altri. Erano vitali gli uni per gli altri. All’inizio si percepivano quasi come dei competitor, avevano perso l’abitudine di guardarsi senza pregiudizi. Professionisti di grande valore , ma non riconoscevano il valore reciproco e il contributo che ciascuno poteva dare a beneficio dell’azienda.

E’ bastato rifocalizzare il focus della loro vision aziendale, aiutarli ad osservarsi e ascoltarsi come persone, riconoscere il valore della loro diversità, darsi il permesso di collaborare, di chiedere, di confrontarsi, di decidere insieme, di ammettere anche di sbagliare e di imparare dagli errori.

Non è stato tanto facile, si è trattato anche di lavorare sulla rigidità delle percezioni reciproche, togliendo le etichette dei pregiudizi, superando un modello cristallizzato di comunicazione.

Applicare i modelli funzionali di processo e di gestione, ha senso solo se si parte prima dalle persone.

Giovanna Giuffredi

Tratto da: Coaching Time

Per condividere:

Diventa un Coach accreditato da ICF

I migliori corsi riconosciuti dall’International Coaching Federation

Categorie

In primo piano

Il ricordo come monito: riflessioni nel Giorno della Memoria Crescita Personale

Il ricordo come monito: riflessioni nel Giorno della Memoria

Il Lager non è mai uscito dal mio cuore e dal mio cervello. Niente potrà riparare la ferita subita, ma sono convinta che noi ex ...
Leggi l'articolo →
Navigare tra le differenze del Coaching Career Coaching

Navigare tra le differenze del Coaching

“Il coaching è liberare il potenziale di una persona per massimizzarne la crescita.” John Whitmore Durante i periodi di cambiamento o transizione, nei periodi in ...
Leggi l'articolo →

Podcast

Scopri altri post

Insicurezza: affrontarla, capirla, superarla Crescita Personale

Insicurezza: affrontarla, capirla, superarla

L’insicurezza è il peggior sentimento che possono provare coloro che si amano. L’insicurezza stravolge i significati e avvelena la fiducia.Graham ...
Leggi l'articolo →
Zapper e Sapper: il potere della complementarietà Business Coaching

Zapper e Sapper: il potere della complementarietà

In ogni ambiente lavorativo, la varietà di personalità contribuisce a modellare la dinamica di gruppo e l’atmosfera generale.  Tra queste ...
Leggi l'articolo →
Life Coach Italy - Il senso perduto della gentilezza Business Coaching

Il senso perduto della gentilezza

Nel libro per bambini “Il piccolo libro della gentilezza” di Geronimo Stilton vengono posti ai piccoli lettori due quesiti interessanti:  ...
Leggi l'articolo →
Non perdere i prossimi articoli, resta aggiornato sul mondo del coaching.

Iscriviti alla Newsletter

"*" indica i campi obbligatori

Privacy
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.