LENTI DEFORMANTI

Le indossiamo sempre, attraverso di esse mettiamo a fuoco la realtà la valutiamo, giudichiamo, interpretiamo e di conseguenza ci comportiamo. Sono sempre lì, al loro posto. Molte persone non si accorgono neppure di averle, tanto sono comode e confortevoli. Addirittura sostengono che sono fatte così, lenti comprese, fanno parte di loro e certo non pensano di modificare o sostituire la loro visione del mondo.

Sono le lenti delle convinzioni che si formano fin da bambini, in famiglia, a scuola, grazie o a causa delle nostre esperienze, cominciano a farci leggere la realtà dall’”alto” di quegli specifici avvenimenti. E anche se siamo quasi 9 miliardi di persone sulle terra, la nostra piccola esperienza di vita, diventa una legge assoluta di riferimento. Nascono così preconcetti e pregiudizi, non solo verso gli altri, ma anche verso noi stessi. Basta che un amico, non ci chiami per un paio di settimane, per decretare che non vuole più vederci. Se il capo è burbero è perché ce l’ha con noi, se una persona si comporta male, ogni volta che incontreremo qualcuno con quelle caratteristiche, ci aspetteremo che si comporti male, e così via.

Che margine abbiamo di incidere sulla nitidezza e completezza dell’immagine? Molto di più di quanto immaginiamo. La nostra mente è più semplice e ingenua di quanto pensiamo, crede a ciò che riteniamo giusto, ci segue fedele e fiduciosa. Se decidiamo di indossare nuove lenti, o ci facciamo imprestare quelle degli altri per curiosità, per vedere attraverso nuove prospettive, o immaginiamo di calzare quelle vincenti, accoglienti, accomodanti, lenti dell’abbondanza, piuttosto che del rifiuto, improvvisamente la realtà appare diversa, scopriamo alternative alle convinzioni limitanti e un ventaglio di possibilità appaganti.

Non si tratta di bluffare con noi stessi, ma di permetterci di star bene e di migliorare i rapporti con gli altri, rendendoci disponibili ad esplorare le zone d’ombra o buie che ci impediscono di cogliere opportunità e il meglio per noi stessi.

E’ questo uno degli effetti straordinari e più frequenti che colgo nelle sessioni di Coaching: il cambio di paradigma. Le persone, senza alcuna forzatura, in maniera autonoma ed ecologica, decidono di indossare nuove lenti, scoprono altre vie da percorrere, nuove possibilità da esplorare, colgono potenzialità inespresse e occasioni vincenti. Magicamente le cose accadono come si vorrebbe.

Se fate le stesse cose che avete sempre fatto, otterrete gli stessi risultati che avete sempre ottenuto.(Lord Cromwell).

Giovanna Giuffredi

Per condividere:

Diventa un Coach accreditato da ICF

I migliori corsi riconosciuti dall’International Coaching Federation

Categorie

In primo piano

Il ricordo come monito: riflessioni nel Giorno della Memoria Crescita Personale

Il ricordo come monito: riflessioni nel Giorno della Memoria

Il Lager non è mai uscito dal mio cuore e dal mio cervello. Niente potrà riparare la ferita subita, ma sono convinta che noi ex ...
Leggi l'articolo →
Navigare tra le differenze del Coaching Career Coaching

Navigare tra le differenze del Coaching

“Il coaching è liberare il potenziale di una persona per massimizzarne la crescita.” John Whitmore Durante i periodi di cambiamento o transizione, nei periodi in ...
Leggi l'articolo →

Podcast

Scopri altri post

Strategie di Coaching per il Management: dominare emozioni e stress Business Coaching

Strategie di Coaching per il Management: dominare emozioni e stress

Nel frenetico ambiente manageriale di oggi, dove sono richieste decisioni rapide e massima efficienza, mantenere il controllo sulle proprie emozioni, ...
Leggi l'articolo →
Conflitti familiari: strategie e soluzioni per gestire l’effetto bandwagon. Life Coaching

Conflitti familiari: strategie e soluzioni per gestire l’effetto bandwagon

I conflitti sono una componente inevitabile delle dinamiche familiari, data la convivenza di personalità, aspettative e bisogni diversi sotto lo ...
Leggi l'articolo →
Insicurezza: affrontarla, capirla, superarla Crescita Personale

Insicurezza: affrontarla, capirla, superarla

L’insicurezza è il peggior sentimento che possono provare coloro che si amano. L’insicurezza stravolge i significati e avvelena la fiducia.Graham ...
Leggi l'articolo →
Non perdere i prossimi articoli, resta aggiornato sul mondo del coaching.

Iscriviti alla Newsletter

"*" indica i campi obbligatori

Privacy
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.