L’AMORE E’ CIECO, MA SI PUO’ AMARE ANCHE AD OCCHI APERTI

Ci sono relazioni sbagliate, che mandano segnali sinistri in cui certe donne restano invischiate come le vittime nella tela del ragno.

Fine estate, rigenerante e riposante per molti, siamo ormai al nastro di partenza per riprendere le consuete attività. Ma non tutti, anzi non tutte, lo potranno fare.

Non si arresta l’ondata crudele delle violenza sulle donne. Altri femminicidi, quasi 100 dall’inizio dell’anno e i casi di stalking, fino alla fine di luglio sono stati ben 3.751. Ci sono troppe donne che ogni giorno subiscono percosse, ingiurie, minacce, violenze sessuali. E ci sono troppi bimbi che perdono una mamma e subiscono una tragedia inaudita. Secondo l’ Eures-Ansa nel 75% dei casi i delitti avvengono tra le mura domestiche e nel 90% degli omicidi, i killer sono uomini. Quegli stessi uomini a cui le donne hanno donato il cuore, persone che hanno amato o creduto di amare con fiducia.

Ci sono relazioni sbagliate, che mandano segnali sinistri in cui certe donne restano invischiate come le vittime nella tela del ragno. Razionalmente è facile la diagnosi, è semplice dire come fare per star bene, come allontanarsi ai primi segnali di pericolo, ma dalle parole ai fatti le cose si complicano. I rapporti logoranti, si continuano a logorare.

Troppo spesso sento donne lamentarsi di quanto poco basterebbe per farlo “cambiare”, non ci vorrebbe niente ad essere “felici”… se solo lui “capisse”, e così via. Sono donne anche autonome nel lavoro, capaci di cavarsela in tutte le situazioni, senza bisogno di salvagenti o zattere, in grado di difendere le proprie idee, ma accompagnate da un sottile senso di inadeguatezza, spesso così profondo da costringerle a cercare continue rassicurazioni affettive, peraltro mai appaganti del tutto. E così agiscono solo per compiacere l’altro, indossano panni che non condividono, in attesa di un suo gesto, di una parola, perdendosi di vista.
Le dipendenze affettive hanno radici profonde e rami che vanno i varie direzioni: possono coinvolgere anche relazioni professionali o genitoriali.

Ma perché “accontentarsi” e vivere relazioni affettive poco appaganti, senza entusiasmo o, addirittura, sofferte? Perché non prendersi il tempo per rileggere il proprio modo di voler bene, partendo da sé? Si può amare a occhi aperti e per amare meglio è necessario interrogarsi, guardarsi dentro, mettersi in gioco, rivedere le proprie credenze per aprirsi a nuovi atteggiamenti mentali e affettivi, in poche parole ri-scoprire la propria intelligenza affettiva.

I tasselli per costruire una relazione solida sono fatti di rispetto reciproco, ma prima di tutto occorre rispettare se stessi.

Per condividere:

Diventa un Coach accreditato da ICF

I migliori corsi riconosciuti dall’International Coaching Federation

Categorie

In primo piano

Il ricordo come monito: riflessioni nel Giorno della Memoria Crescita Personale

Il ricordo come monito: riflessioni nel Giorno della Memoria

Il Lager non è mai uscito dal mio cuore e dal mio cervello. Niente potrà riparare la ferita subita, ma sono convinta che noi ex ...
Leggi l'articolo →
Navigare tra le differenze del Coaching Career Coaching

Navigare tra le differenze del Coaching

“Il coaching è liberare il potenziale di una persona per massimizzarne la crescita.” John Whitmore Durante i periodi di cambiamento o transizione, nei periodi in ...
Leggi l'articolo →

Podcast

Scopri altri post

Strategie di Coaching per il Management: dominare emozioni e stress Business Coaching

Strategie di Coaching per il Management: dominare emozioni e stress

Nel frenetico ambiente manageriale di oggi, dove sono richieste decisioni rapide e massima efficienza, mantenere il controllo sulle proprie emozioni, ...
Leggi l'articolo →
Conflitti familiari: strategie e soluzioni per gestire l’effetto bandwagon. Life Coaching

Conflitti familiari: strategie e soluzioni per gestire l’effetto bandwagon

I conflitti sono una componente inevitabile delle dinamiche familiari, data la convivenza di personalità, aspettative e bisogni diversi sotto lo ...
Leggi l'articolo →
Insicurezza: affrontarla, capirla, superarla Crescita Personale

Insicurezza: affrontarla, capirla, superarla

L’insicurezza è il peggior sentimento che possono provare coloro che si amano. L’insicurezza stravolge i significati e avvelena la fiducia.Graham ...
Leggi l'articolo →
Non perdere i prossimi articoli, resta aggiornato sul mondo del coaching.

Iscriviti alla Newsletter

"*" indica i campi obbligatori

Privacy
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.