LA STRATEGIA SAMSONITE

Svegliarsi la mattina e non riconoscere il paesaggio ricoperto da un manto di neve fuori dalla finestra. Un’esperienza molto comune in questi giorni di grande freddo, che ha suscitato stupore, gioia, perplessità, angoscia… le più diverse emozioni davanti allo stesso paesaggio.

In particolare, in una città come Roma, impreparata a gestire neve e ghiaccio, le reazioni sono state le più disparate. Molte persone hanno rinunciato a uscire per “colpa della neve”, altre hanno cercato negli armadi scarponi vecchi o nuovi per “affrontare la neve”, ma solo per necessità. Altri avrebbero voluto andare a giocare con la neve, ma hanno rinunciato perché “non avevano l’attrezzatura giusta”.

Altri hanno osato fare pupazzi di neve, ma solo sotto casa. Altri ancora sono andati nei parchi cittadini o addirittura al Circo Massimo con una gran voglia di divertirsi a tutti i costi. Ho visto persone lanciarsi giù da collinette di neve sdraiate sui sacchi della spazzatura, e altre che hanno inventato lo “snow pack”: hanno portato con sé da casa una vecchia valigia Samsonite, l’anno aperta, ci si sono accomodati dentro, e si sono lanciati verso valle con il loro improbabile bob.

A parità di condizioni, le persone hanno reazioni molto diverse che portano a diversi risultati. Alla base, quello che cambia è l’atteggiamento mentale di partenza, le convinzioni di potere o non potere agire rispetto allo stesso desiderio. Gli psicologi chiamano Locus of control, quel particolare senso di responsabilità verso la realizzazione dei propri desideri e che incide sulla capacità di modificare gli eventi o di subirli.

Se il locus è posto all’esterno ci si aspetta che le cose cambino per poter agire: non esco finché c’è la neve… non troverò lavoro finché non cambia il sistema Italia, o se qualcuno non mi raccomanda; se il locus è interno, si agisce nel proprio ambito di influenza: infilo gli stivali e mi avventuro sulla neve, metto a fuoco i miei obiettivi, valorizzo le mie competenze, scrivo un buon cv, mi rivolgo alla rete delle conoscenze, a un centro per l’impiego, ecc. ecc. Si cercano strade innovative per realizzare ciò in cui si crede. E la strategia della Samsonite, permette in ogni caso… di andare veloci sulla neve.

Giovanna Giuffredi

Tratto da: Coaching Time

Per condividere:

Diventa un Coach accreditato da ICF

I migliori corsi riconosciuti dall’International Coaching Federation

Categorie

In primo piano

Il ricordo come monito: riflessioni nel Giorno della Memoria Crescita Personale

Il ricordo come monito: riflessioni nel Giorno della Memoria

Il Lager non è mai uscito dal mio cuore e dal mio cervello. Niente potrà riparare la ferita subita, ma sono convinta che noi ex ...
Leggi l'articolo →
Navigare tra le differenze del Coaching Career Coaching

Navigare tra le differenze del Coaching

“Il coaching è liberare il potenziale di una persona per massimizzarne la crescita.” John Whitmore Durante i periodi di cambiamento o transizione, nei periodi in ...
Leggi l'articolo →

Podcast

Scopri altri post

Insicurezza: affrontarla, capirla, superarla Crescita Personale

Insicurezza: affrontarla, capirla, superarla

L’insicurezza è il peggior sentimento che possono provare coloro che si amano. L’insicurezza stravolge i significati e avvelena la fiducia.Graham ...
Leggi l'articolo →
Zapper e Sapper: il potere della complementarietà Business Coaching

Zapper e Sapper: il potere della complementarietà

In ogni ambiente lavorativo, la varietà di personalità contribuisce a modellare la dinamica di gruppo e l’atmosfera generale.  Tra queste ...
Leggi l'articolo →
Life Coach Italy - Il senso perduto della gentilezza Business Coaching

Il senso perduto della gentilezza

Nel libro per bambini “Il piccolo libro della gentilezza” di Geronimo Stilton vengono posti ai piccoli lettori due quesiti interessanti:  ...
Leggi l'articolo →
Non perdere i prossimi articoli, resta aggiornato sul mondo del coaching.

Iscriviti alla Newsletter

"*" indica i campi obbligatori

Privacy
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.