LA RESPONSABILITA’ DELL’OCCIDENTE

Le persone che ho incontrato hanno una capacità di tollerare l’insopportabile, una forza che li sostiene ad affrontare incredibili sacrifici, una determinazione a voler vivere una vita dignitosa.

Un uomo semplice, con un ruolo straordinario, riesce a colpire in modo diretto la coscienza di milioni di persone.

Papa Francesco con la sua visita a Lampedusa ha richiamato alla consapevolezza del mondo l’attenzione a quei dispersi nel Mediterraneo (oltre 18600) e ai 214 milioni di persone costrette ad abbandonare il proprio paese e ad emigrare altrove. Fuggono da guerre, persecuzioni, carestie, povertà. E l’occidente li accoglie per offrire loro, quando va bene, un lavoro che i nostri connazionali si rifiutano di fare.

Ho avuto modo di conoscere gli emigrati che si presentano alla Caritas in cerca di lavoro. Ho ascoltato con gli occhi umidi e con l’ammirazione nel cuore le loro terribili e tragiche storie. Le persone che ho incontrato hanno una capacità di tollerare l’insopportabile, una forza che li sostiene ad affrontare incredibili sacrifici, una determinazione a voler vivere una vita dignitosa. E nel loro peregrinare, senza rendersene conto, acquisiscono quelle che noi chiamiamo competenze trasversali. Sanno adattarsi a qualunque situazione, conoscono diverse lingue straniere, hanno una visione della vita orientata al futuro, sono pronte ad impegnarsi, ad andare a fondo, sanno cadere e rialzarsi con una grinta straordinaria, sanno affrontare i problemi che incontrano, comprendere l’animo umano. Si muovono a compassione, che è qualcosa di più dell’empatia. Hanno quelle competenze che gli head hunter ricercano nei manager. E non stupisce che, se facilitati nel loro percorso di integrazione, riescano rapidamente a costruire attività in grado di produrre e creare lavoro per sé e per altre persone.

Ma l’occidente li guarda con sufficienza e irritazione, dall’interno della bolla di sapone di uno pseudo benessere, siamo vittime della globalizzazione dell’indifferenza, con l’anestesia nel cuore, per richiamare le parole di Papa Francesco. Il suo è stato un messaggio forte e severo per risvegliare la compassione delle nostre coscienze. Ma ha avuto anche parole di apertura, di fiducia e amore per tutti gli immigrati, augurando ai musulmani abbondanti frutti spirituali, in occasione dell’inizio del Ramadan. Papa Francesco li ha salutati con una dichiarazione d’amore ”O’ scià” , che sta anche per respiro mio, fiato mio. In una società in crisi come la nostra, chissà che arrivi da Lampedusa il vento del rinnovamento.

Odio e menzogna lascino il posto ad amore e verità (Francesco Bergoglio)

Giovanna Giuffredi

Tratto da: Coaching Time

Per condividere:

Diventa un Coach accreditato da ICF

I migliori corsi riconosciuti dall’International Coaching Federation

Categorie

In primo piano

Il ricordo come monito: riflessioni nel Giorno della Memoria Crescita Personale

Il ricordo come monito: riflessioni nel Giorno della Memoria

Il Lager non è mai uscito dal mio cuore e dal mio cervello. Niente potrà riparare la ferita subita, ma sono convinta che noi ex ...
Leggi l'articolo →
Navigare tra le differenze del Coaching Career Coaching

Navigare tra le differenze del Coaching

“Il coaching è liberare il potenziale di una persona per massimizzarne la crescita.” John Whitmore Durante i periodi di cambiamento o transizione, nei periodi in ...
Leggi l'articolo →

Podcast

Scopri altri post

Life Coach Italy - BLOG - Speranza sedia dei pigri? Crescita Personale

Speranza, sedia per pigri? 

In questo articolo vogliamo proporvi una nostra riflessione critica sul ruolo della speranza nelle dinamiche della vita quotidiana e dello ...
Leggi l'articolo →
Life Coach Italy - Navigare tra ambizione e benessere personale - L'arte del bilanciamento Crescita Personale

Navigare tra ambizione e benessere personale: l’arte del bilanciamento.

Vivere per lavorare o lavorare per vivere? Molti risponderanno:”Ovvio, lavorare per vivere…”, ma è veramente così? Questa distinzione diventa, infatti, ogni giorno ...
Leggi l'articolo →
Life Coach Italy - Leadership e umiltà - un binomio strategico per il benessere aziendale Business Coaching

Leadership e umiltà: un binomio strategico per il benessere aziendale.

In un tessuto imprenditoriale che spesso esalta l’audacia e l’affermazione personale, la leadership basata sull’umiltà si presenta come un paradigma ...
Leggi l'articolo →
Non perdere i prossimi articoli, resta aggiornato sul mondo del coaching.

Iscriviti alla Newsletter

"*" indica i campi obbligatori

Privacy
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.